Gel unghie: come fare l’allungamento o la ricostruzione

Gel unghie: come fare l’allungamento o la ricostruzione. La manicure in gel offre indubbi vantaggi, primi tra tutti la garanzia di un risultato duraturo la possibilità di correggere gli eventuali inestetismi delle unghie. Si tratta di una tecnica che permette infinite variazioni e possibilità; basta dare un’occhiata su Instagram o Pinterest per rendersi subito conto di quante immagini di unghie con gel ci siano! Inoltre consente di avere mani curate ed estremamente eleganti anche a chi non ha unghie perfette.

I vantaggi della gel manicure

I vantaggi della gel manicure sono essenzialmente e:

  • Risparmio di tempo: L’applicazione del gel per unghie dall’estetista richiede circa 40 – 50 minuti. La durata effettiva dipende dall’unghia, dalla situazione di partenza e dall’effetto più o meno elaborato che si vuole ottenere. Poi, però, potrete dimenticare smalto sbeccato o frequenti applicazioni.
  • Durata: La ricostruzione gel vi consentirà di avere unghie perfette per ben 3 o 4 settimane (a seconda dei tempi di ricrescita). Quando l’unghia sarà cresciuta dovrete ricorrere ad un ritocco, ma soltanto per coprire la ricrescita dell’unghia.
  • Possibilità di correggere imperfezioni: Con la ricostruzione gel unghie avrete la possibilità non solo di decorare l’unghia ma anche di lavorare sulla sua lunghezza. Con il gel unghie potrete infatti allungare unghie che faticano a crescere o correggere eventuali imperfezioni dovute a traumi od onicofagia. Sempre più uomini e donne ricorrono infatti al gel unghie per coprire i difetti derivanti dal vizio di mangiarsi le unghie. Questo consente di avere nell’immediato unghie belle e curate e, contemporaneamente, consente all’unghia naturale di crescere.

Unghie gel: i miti da sfatare

Sono molti i falsi miti legati alle unghie ed è bene fare chiarezza. Forse il più diffuso ed ostico ad essere sfatato è quello che sostiene che “Le unghie devono respirare”. In realtà le unghie non respirano e, quindi, non c’è un valido motivo per non indossare lo smalto, sia esso una gel manicure o una nail art con uno smalto tradizionale. Via libera alle unghie gel senza l’obbligo di fare una pausa tra un’applicazione e l’altra. L’importante è affidarsi ad una brava estetista che usi prodotti di qualità. Se le unghie dovessero rivelarsi deboli e fragili o presentare strane macchie o striature è però meglio consultare un professionista prima di riapplicare la gel manicure.

Quando scegliere la nail art con gel unghie

La gel manicure serve per allungare o ricoprire le unghie. Opta per questa soluzione se vuoi un risultato duraturo o hai la necessità di correggere eventuali imperfezioni. Contrariamente a quanto si pensi la ricostruzione gel non rovina le unghie se fatta con prodotti di qualità. Ottima soprattutto per chi soffre di onicofagia ed ha una forma delle unghie particolarmente rovinata. La manicure in gel permette infatti di lavorare sulla struttura dell’unghia ed assicurare un colore long lasting.

Unghie gel, acrilico o smalto semipermanente?

Per chi non è un’addetta al settore, è piuttosto facile fare confusione tra le due tecniche. Vediamo insieme le principali tipologie di smalto:

Acrilico: Monomero (parte liquida) e polimero (polvere) sono in due pack separati e vanno uniti insieme in modo tale che questi ultimi facciano reazione chimica permettendo al composto di diventare un tutt’uno modellabile. Si asciuga a contatto con l’aria.

Unghie Gel: Monomeri e polimeri sono già nello stesso pack ed inoltre ha al suo interno anche dei fotoiniziatori che gli permettono di asciugare grazie ad una lampada UV. In commercio ci sono gel di varie viscosità che si possono scegliere in base al gusto personale o alla tecnica utilizzata per la ricostruzione unghie.

Il gel, come l’acrilico, permettono inoltre di modificare la lunghezza e la forma delle unghie.

Smalto semipermanente: Contiene al suo interno fotoindurenti e polimeri simili al gel. Contiene però anche sostanze che lo richiamano e ne permettono la rimozione tramite apposito remover.

Le due tecniche (gel e semipermanente) si differenziano anche per la rimozione dello smalto: nel primo caso è sufficiente utilizzare un solvente da lasciare in posa, nel secondo è necessaria la limatura.

Unghie gel e ricostruzione unghie: allungamento o ricopertura?

La manicure in gel permette la ricostruzione delle unghie allungandole. Per allungare l’unghia col gel è necessario applicare  una tip che va sull’unghia naturale. E’ però possibile anche limitarsi ad una copertura dell’unghia con il gel, senza lavorare sulla lunghezza. Il risultato sarà diverso a seconda della tecnica scelta ma la durata resterà invariata.

Ricostruzione unghie: cos’è

Inizialmente per la ricostruzione unghie si utilizzava una sostanza in acrilico ideata negli anni Cinquanta da un dentista statunitense. Questa tecnica prevedeva un’asciugatura naturale a differenza della ricostruzione unghie in gel che viene realizzata utilizzando delle lampade UV. Negli anni le tecniche di ricostruzione unghie si sono sempre più evolute. Oggi le due più utilizzate sono la ricostruzione con tip oppure con cartine. Ma come scegliere quella più adatta?

Ricostruzione con tip o cartine

La scelta dipende dallo stato delle vostre unghie e dal risultato che volete ottenere. Optate per le tip qualora voleste ricostruire completamente l’unghia e allungarla in maniera semplice e veloce. Scegliete invece la ricostruzione con le cartine quando avete la necessità di ricostruire un’unghia rotta o leggermente più corta rispetto a tutte le altre.

Ricostruzione con cartina: metodo monofasico vs trifasico

Se avete scelto di fare una ricostruzione con cartina la vostra estetista vi proporrà due diverse tecniche:

  • trifasica: consiste nel pulire l’unghia, eliminare le cuticole e poi creare una base per fare in modo per il trattamento duri di più. La nail artist darà all’unghia la forma desiderata e applicherà un fissante.
  • monofasica. si usa uno solo prodotto che fungerà da base, modellante e sigillante.

Polygel, l’ultima frontiera della ricostruzione unghie

Il polygel (o gel acrilico o acrygel) è un prodotto per la ricostruzione delle unghie nato dalla sintesi di altri due sistemi di ricostruzione; quello in gel e quello acrilico. Il gel acrilico non cola come il gel ma proprio come lui polimerizza in lampada UV/LED e non all’aria come l’acrilico. Praticamente prende il meglio da entrambi i prodotti.

Risulta un’ottimo sistema di ricostruzione per le meno esperte ma viene spesso preferito anche dalle professioniste per la sua rapidità di esecuzione. L’acrygel è molto più solido e appiccicoso di un gel tradizionale ed è impossibile lavorarlo senza prima ammorbidirlo con la slip solution. Generalmente il gel acrilico è disponibile in versione trasparente e nelle varie sfumature del rosa o nude ma può essere colorato aggiungendo gel color, semipermanenti o pigmenti.

Come e dove fare le unghie gel

Quando si tratta di ricostruzione unghie il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad una brava professionista. E’ fondamentale che sappia valutare lo stato delle vostre unghie in modo da consigliarvi il trattamento più adatto. Anche per la rimozione non è proprio il caso di affidarsi al fai-da-te perché si rischia di rovinare l’unghia. Si tratta infatti di una procedura che richiede una limatura idonea e che è meglio lasciar fare ad una brava estetista.

Ricostruzione unghie in gel: quanto dura e quanto costa

Generalmente l’applicazione del gel dura circa un mese, ma molto dipende anche dalla tecnica utilizzata. La durata della ricostruzione con tip, tende infatti ad essere più breve di quella con le cartine. Tenete presente che quando l’unghia crescerà sarà necessario fare un ritocco. Il costo dipende dalla tecnica scelta e dal lavoro più o meno elaborato che si desidera realizzare. La ricostruzione unghie in gel ha infatti un prezzo molto variabile che va dai 30 euro fino ai 70 euro e oltre.

Manicure routine: come prendersi cura della ricostruzione in gel

Una volta realizzata la nail art tanto desiderata è importante saperla gestire. Anche sulle unghie ricostruite va applicato un olio specifico per le cuticole e una crema idratante per le mani. L’ideale sarebbe applicarla la sera e lasciarla agire per tutta la notte.

E’ inoltre importante utilizzare dei guanti durante i lavori domestici per non far entrare in contatto le unghie con agenti chimici che potrebbero rovinarne l’effetto.

French unghie: che cosa è, come farle e tutte le tendenze 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Viewed
Navigazione
Close

Il Mio Carrello

Close

Wishlist

Visti di recente

Close

E' bello vederti qui!

Una password di primo accesso verrà inviata alla tua email

I tuoi dati personali verranno utilizzati per elaborare il tuo ordine, supportare la tua esperienza in questo sito Web e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.

Hai già un account?

Close

Categorie

Il nostro sito Web utilizza i cookie e quindi raccoglie informazioni sulla tua visita per migliorare il nostro sito Web (analizzando), mostrarti contenuti sui social media e pubblicità pertinenti. Consulta la nostra pagina cookies per ulteriori dettagli o accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Settaggi Cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito Web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

EssenzialiIl nostro sito Web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito Web.

AnalisiIl nostro sito Web utilizza cookie analitici per consentire di analizzare il nostro sito Web e ottimizzarlo per l'usabilità.

Social mediaIl nostro sito Web inserisce cookie sui social media per mostrarti contenuti di terze parti come Instagram, YouTube e FaceBook. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AnnunciIl nostro sito Web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti annunci pubblicitari di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito Web inserisce cookie di terze parti di altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.